26 giugno 2015

Take Me To Hogwarts | In Front of The Gryffindor Fireplace

Nelle vene della Rowling scorre tanto di quel sangue Grifondoro che presumo non le sia costato il minimo sforzo far apparire la casa degli audaci e dei coraggiosi di cuore come la migliore di tutta Hogwarts. Vani, e direi anche teneri, sono i suoi tentativi di darsi un tono, di atteggiarsi, sporadicamente, a giudice imparziale, perché la realtà è che, nolente o volente, finisce sempre per proteggere questa casa, come se fosse il più prezioso dei suoi cuccioli.

Personalmente ritengo che i Grifondoro, tra spavalderia, noncuranza delle regole e, talvolta, superbia, non siano meno esposti alle critiche rispetto ai colleghi delle altre case. Però, posseggono una cosa che io reputo sia un eccezionale dono: un grande cuore. 
La loro sete di giustizia è così forte che spesso, più di quel che vorrebbero, si trovano a dovere combattere nuove battaglie, una cosa che trovo alcune volte giudicabile ma generalmente comprensibile, tenuto conto della natura che li caratterizza. 
Così, frequentemente, mi diverto a stuzzicare la mia migliore amica, Grifondoro sfegatata, dandole della guerrafondaia. E' per questo che, nel trucco che oggi vi mostro, ho deciso di inserire una linea demarcatrice, fra la palpebra mobile e la piega, che sta lì quasi a simboleggiare uno schieramento tra bene e male, tra giusto e sbagliato, tra bianco e nero, in posizioni orgogliosamente mantenute. 
Sin dall'inizio, nella mia testa, si era disegnato chiaramente il trucco da realizzare. Perciò i passaggi sono venuti in successione con molta fluidità e, per quelli che sono i miei standard (considerate che per sfumare un ombretto non mi do limiti di tempo e, sintetizzando una massima di Jaclyn Hill, continuo fino a quando non sento la palpebra prossima a sanguinare), sono stata anche abbastanza veloce nell'eseguirli. 
Come primo vero step, dopo aver delineato la piega con il solito ombretto pescato (Peach Smoothie - Makeup Geek), ho diviso le acque, creando con l'ombretto nero una linea, la quale ha diviso, per intero, la palpebra mobile e la piega; l'ho  portata, quindi, verso l'esterno e l'ho, in seguito, congiunta alla rima ciliare inferiore. 
Da questo momento in poi, si è trattato, essenzialmente, di sfumare gli ombretti e fonderli l'uno nell'altro. Pertanto, con un mix di Love +, Red Brick e Mango Tango, ho colorato la piega di rosso e, successivamente, sono andata ad illuminare l'arcata sopracciliare, utilizzando un ombretto rosa chiarissimo (W.O.S - Urban Decay) ed uno bianco (Tako - Sugarpill). 
Il trucco nella palpebra mobile è stato quello per il quale mi sono impegnata di più ed è stata anche la parte che ho trovato più piacevole da fare. 
Con un pennello di piccole dimensioni, infatti, ho combinato Bitten (Makeup Geek) e Deep Damson (Mac) e ho incominciato a lavorare il colore ottenuto, collocandolo sia nell'estremità interna che esterna della mobile, lasciando in questo modo libero il centro della palpebra, zona nella quale ho applicato, in un secondo momento, un ombretto oro (Half Baked - Urban Decay) e una manciata di glitter rossi e oro (e, forse, verdi. Uhm?).
Per mezzo di una vecchia base di Essence (troppo aranciata per i miei gusti) e di una modesta quantità di ombretto nero, mescolati insieme, è venuta fuori una sorta di cremina scura che ho usato per intensificare la riga creata in precedenza e che, tra una passata di pennello ed un'altra, si era decisamente ridimensionata. 
E' stato, poi, il turno di applicare una matita rame (Opulence - Zoeva) nella rima interna dell'occhio. E per chiudere il trucco occhi, prima che applicassi l'illuminante nell'angolo interno (Venus- Urban Decay) e adoperassi l'eyeliner glitterato di Wycon in prossimità del dotto lacrimale, ho steso, con un pennello ampio e nella parte inferiore dell'occhio, l'ombretto rosso, stando attenta a non abbassare troppo la sfumatura. Ho, infine, definito la rima ciliare inferiore, proprio tra le ciglia, con un pizzico di ombretto nero.

Giuro solennemente di aver applicato, sul viso, bronzer, illuminante e blush. Che bello che dalle foto non si evinca!

Sulle labbra, ho sfoderato l'inaspettatamente amato Smoked Purple di Mac, sopra il quale ho deciso di applicare Domina di Nabla. Ho adorato l'effetto finale. Credo sia diventata la mia combo labbra scure preferita. 
_________________________________________
Eyes:
Mac Soft Ochre Paint Pot
Essence I Love Stage Eye Primer
Sugarpill Eyeshadow - ''Love +'', ''Tako''
Mac Eyeshadow Refill - ''Deep Damson'', ''Red Brick''
Makeup Geek Eyeshadow Pan - ''Corrupt'', ''Peach Smoothie'', ''Mango Tango'', ''Bitten''
Urban Decay Naked Basics Palette - ''Foxy'', ''W.O.S'', ''Venus''
Urban Decay Naked Palette - ''Half Baked''
Pupa Diamond Eyeliner n. 003
Wycon Burlesque Sparkle Eyeliner Glitter - ''Rosso Scarlatto''
Zoeva Graphic Eyes + in ''Opulence''
Essence The Lush Curler Mascara in Black
Rimmel Lash Accelerator Endless n. 001 - Black

Brows:
Make Up For Ever Aqua Brow n. 25
L'Oréal Brow Artist Plumper in Medium/Dark

Face:
Yves Rocher Youthful Glow Foundation n. 000 - Beige Rosé
Make Up For Ever Full Cover n. 4
Urban Decay  24/7 Concealer Pencil in CIA
Kiko Soft Light Powder n. 01
Nyx Blush in Taupe
Nyc Smooth Skin Bronzing Face Powder n. 720A - Sunny
Kiko Sun Lovers Blush n. 03 - Brazilian Pink (limited edition)
Urban Decay Naked Basics Palette - ''Venus'' (used to highlight)

Lips:
Mac Lipstick in Smoked Purple
Nabla Cosmetics Diva Crime - Domina
______________________________________________

1000 punti a Grifondoro (Silente approves) per avermi dato la possibilità di giocare con i miei colori preferiti. 

14 commenti

  1. Ok, ok, ok. Questo trucco è da capogiro, e penso il migliore di tutta la serie *_* La precisione! Mammamia, sto fangirlando come una pazza. <3 Bravissima.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, sono felice ti sia piaciuto! I colori mi hanno estremamente ispirata. Potrei essere lasciata sola con l'ombretto rosso per tutto il tempo e quasi non sentirei la mancanza degli altri colori! :D

      Elimina
  2. Yeeeeeh finalmente il trucco della mia Casa di appartenenza :D <3

    Mi piace veramente TANTISSIMO! *________* Sia la scelta dei colori, che la precisione di dettagli e sfumature... Tutto perfetto, e la combo labbra scura è una vera bomba!
    Gryffindor approved! ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio ancora, Ariel. Mi fa tantissimo piacere sapere di non aver fallito la missione! :D

      Elimina
  3. Meraviglia delle meraviglie! *_* invidio come sempre la tua precisione, quella sorta di cut crease con l'ombretto nero è perfetto! (io mi sarei ritrovata la palpebra fissa terribilmente macchiata una volta aperto l'occhio XD) Sono proprio curiosa di vedere l'ultimo makeup della serie :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahhh, Sabina... sapessi. Con l'occhio destro nessuno problema, si mantiene bene da solo. Ma nel sinistro la palpebra non è altrettanto prestante e ho dovuto ritoccare, almeno per il tempo delle foto, alcuni degli ombretti.
      In ogni caso, ti ringrazio di cuore! :D

      Elimina
  4. Fantastico, intravedo l'anima guerriera di questo make up, in perfetto stile Grifondoro ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta tu abbia colto il senso di quello che volevo comunicare! Grazie mille, Foffy!

      Elimina
  5. io penso che la cosa che i Gryffindor hanno gran cuore sia più un effetto di come la Rowling ce li descrive all'inizio che non quello che appare dal complesso della saga, una volta che l'hai letta e sei stato attento a un po' tutto il complesso della storia.
    E lo dico da persona che la adora, che ha desiderato farne parte e via dicendo... se pensiamo che il Sorting Hat ci ha messo dentro gente come il Sorcio maledetto o a certe uscite dei Marauders... l'aura di perfezione decade e secondo me è anche un bene.

    Il look mi piace tantissimo, forse è un filo meno dorato rispetto all'idea dei colori che ho in mente io quando penso a questa casa ma il risultato è favoloso e ti sta proprio bene!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite, Misato. L'ombretto rosso ha un così forte ascendente su di me, tanto che, sì, hai ragione, ha preso il sopravvento. Eppure non potevo immaginare il makeup in maniera diversa. Volevo dare l'idea di un qualcosa che arde e l'oro ha finito per sacrificarsi alla causa.

      Non ci piove sul fatto che sia un bene che i Grifondoro, nel corso della trama, perdano un po' di smalto. Mi è piaciuto tanto scoprire quanti scheletri nell'armadio potessero nascondere certi personaggi, persino quelli più insospettabili (ogni riferimento a Silente è puramente casuale). E' giusto che sia stato così!

      Elimina
  6. mi sta piacendo moltissimo questa serie di make up! adoro la casa del griffondoro e l'hai rappresentata in pieno. sto sbavando su tutto quel rosso, è sempre una scelta che apprezzo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Claudia. Sono entusiasta che la serie ti piaccia. Per me è sempre un piacere giocare col rosso; insieme al viola, è il colore con il quale più mi diverto!

      Elimina

© BECOMEHERSHADOW | All rights reserved.
BLOG TEMPLATE HANDCRAFTED BY pipdig