Take Me To Hogwarts | Slytherin Dungeon

19 giugno 2015

Tra me e la casa di Serpeverde non è sempre stato tutto rose e fiori. Anzi, per lungo tempo, non sono riuscita ragionevolmente a giustificare come si potesse ammettere una preferenza per questa casa. Onestamente, chi, se non dotato di indole malvagia, quando si trova ad affrontare i capitoli iniziali della saga (soprattutto nei primi tre libri il lavoro di grifondorizzazione del lettore da parte della Rowling è stato eccellente), vorrebbe entrare a far parte di una cerchia che, senza alcun giro di parole, viene descritta come composta da sola gente ignobile? Chi si identificherebbe tra quei irriducibili sostenitori di un'ideologia che ha seminato morte e terrore sia all'interno della comunità magica che del mondo Babbano?
Così, per centinaia e centinaia di pagine, ci viene spacciata un'immagine ben precisa di cosa i Serpeverde siano e cosa no.
Va da sé che poi la trama si complichi e che molte delle verità vengano a galla. E perciò, ad un certo punto, si comprende che non ci sono solo i virtuosi Weasley da una parte e i Mangiamorte dall'altra a caratterizzare le rispettive categorie. Bensì, si rendono chiare alcune vicende e le posizioni di certi personaggi. A riguardo parlano i casi di Peter Minus ed il noto maiale James Potter, cattivi tra i teoricamente buoni, Lumacorno e Severus Piton, buoni tra i teoricamente cattivi.
Tutta questa serie di sviluppi ha permesso che, a saga conclusa, io maturassi una completa rivalutazione della casa di Serpeverde, tanto che, se non ritenessi appartenere a Corvonero un grande privilegio, ne farei la mia preferita.

Per la realizzazione del trucco mi sono sentita ispirata dal suggestivo dormitorio di Serpeverde, così fosco e misterioso. Gran bella idea quella di far risiedere un manipolo di studenti proprio sotto un lago!
Inoltre, come per il precedente look dedicato a Corvonero, ho cercato di portare nella struttura del makeup qualcosa che ricordasse l'animale simbolo della casa, per quest'occasione il serpente.
Ma non chiedetemi di utilizzare l'argento; purtroppo il mio rapporto con l'ombretto di quel colore non è mai decollato. E' come se avesse la capacità di spegnere ogni mio slancio creativo.
Conoscendo i miei polli, aka Midori (Sugarpill) e Fern (Sleek), i due ombretti verdi che ho utilizzato per incorniciare il trucco occhi, e sapendo che, se presi col piede sbagliato, non sono propriamente facili da sfumare, ho deciso di giocare d'anticipo applicando sotto l'arcata sopracciliare un mix di due ombretti chiari: Tako (Sugarpill) e Vanillaty Fair (Catrice). Con questo passaggio il mio scopo è stato quello di ''ammorbidire'' la zona immediatamente sopra la piega e così aiutarmi nel fondere questi due ombretti che, se avessi agito in maniera diversa, si sarebbero stesi irrimediabilmente a chiazze. 
Quindi, una volta soddisfatta dell'intensità ottenuta, ho lasciato da parte Midori e Fern e ho proseguito sulla palpebra mobile scegliendo di prelevare, con un pennello piatto e fitto, il verde dei Cream Crush di Kiko, un ombretto in crema che mi ha entusiasmata da subito per la sua ottima pigmentazione e sopra il quale, ma esclusivamente nella parte centrale, ho picchiettato un verde acido (Thrash - Urban Decay) in combinazione ad una sorta di sua variante più dorata (Citron - Nabla).
Ho, poi, intensificato la piega con l'ausilio di un verde scuro (Envy - Makeup Geek) ed un pennello da sfumatura più preciso.
Nella parte inferiore dell'occhio, tra le ciglia, ho sfumato una matita verde scuro di Kiko, col supporto di Fern e del sopracitato Thrash; mentre l'Automatic Eyeliner nella tonalità Lime di Wycon si è aggiudicato la rima interna, seppure, sarò sincera, i miei piani iniziali erano decisamente più estremi. 
Volendomi, infatti, ispirare al personaggio di Lord Voldemort, in principio Tom Riddle, erede di Serpeverde e nei libri descritto con due lucenti occhi rossi, avevo pensato di usare una matita rossa nella rima interna per richiamare quella sensazione di terrore che probabilmente assalirebbe chiunque abbia la sfortuna di incrociare il suo sguardo (sempre che non si sia avadakedavrizzati prima!). Ebbene, ad onor di cronaca, il tentativo l'ho anche fatto, ma fidatevi se vi dico che sembravo essere quanto di più vicino al trapasso. Così ho rimosso tutto alla velocità della luce e pazienza se ho finito per assomigliare più a Nagini che all'Oscuro Signore. 
Per il punto luce nell'angolo interno non avevo grandi pretese, per cui ho optato per Zoe (Nabla), combinato con Venus (Urban Decay), e, considerato quanto il trucco fosse uscito importante, ho deciso che per stavolta avrei potuto fare a meno della mia solita mega riga di eyeliner, anche se non mi sono potuta negare quella mini codina di glitter, realizzata con un eyeliner in glitter di MUA, tra il dotto lacrimale e la rima ciliare.

Sul viso, come è usuale da queste parti, ho centellinato sia blush che illuminante e, visto che a me Serpeverde evoca classe ed eleganza -sul serio, parliamone, lo stesso Voldemort non ha dei modi squisitamente affascinanti? E Lucius? Ah, la mia cotta per lui non accenna a passare!- non potevo non andare di rosso sulle labbra, testando una Provocalips di Rimmel, alla quale ho successivamente abbinato una lip liner di Essence.
_________________________________________
Products Used
Eyes:
Mac Soft Ochre Paint Pot
Sleek Ultra Matts Volume 2 - ''Fern''
Makeup Geek Eyeshadow Pan - ''Envy''
Nabla Cosmetics Ombretto Refill - ''Zoe'', ''Citron''*
Sugarpill Eyeshadow- ''Tako'', ''Midori''
Urban Decay Electric Palette - ''Thrash''
Urban Decay Naked Basics Palette - ''Venus''
Catrice Velvet Matt Eyeshadow - n. 010 ''Vanillaty Fair''
Kiko Cream Crush - n. 16
Wycon Automatic Eyeliner - n. 106 ''Lime''
Kiko Precision Eye Pencil - n. 304
Mua Glitter Eyeliner - Shade 8
Rimmel Lash Accelerator Endless - n. 001 ''Black''

Brows:
Make Up For Ever Aqua Brow - n. 25
L'Oréal Brow Artist Plumper in Medium/Dark

Face:
L'Oréal Le Teint Accord Parfait in N1 - Ivory
Mac Pro Longwear Concelaer in NW15
Make Up For Ever Full Cover - n. 4
Maybelline Affinitone True-to-Skin Perfecting Powder - n. 03
Nyx Blush in Taupe
Catrice Velvet Matt Eyeshadow - n. 010 ''Vanillaty Fair'' (to highlight)
Kiko Top Pairs Blush - n. 03 ''Rosewood and Azalea'' (limited edition)

Lips:
Rimmel Provocalips - n. 550 ''Play with Fire''
Essence Lip Liner - n. 14 ''Femme Fatale''

14 commenti:

  1. Mi piace tantissimo *___* Hai rappresentato benone questa Casa, secondo me, anche senza l'ausilio dell'argento - che, non lo nego, mi viene subito in mente insieme al verde quando penso a Serpeverde. Ma hai usato talmente tanto verde che il collegamento viene ugualmente spontaneo!
    Inoltre, la codina glitter all'interno dona quel tocco di originalità in più al make up, mi piace molto *_* Bravissima as usual!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Ariel. La prossima volta è il vostro turno. Finalmente starò nel mio habitat naturale, attorniata dai colori caldi. E giuro che, se nel trucco per Corvonero ho aggiunto un colore, in questo per Serpeverde ne ho levato uno, per quello di Grifondoro ci saranno giusto l'oro e lo scarlatto... o quasi! :D

      Elimina
  2. A me la rima interna così piace da impazzire Roberta! Ti dico solo che ho aperto il post tre volte per riguardarmi il trucco, pure con lo zoom *__* Hai una tecnica meravigliosa, non smetterò mai di dirtelo! Bravissimaaah <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite, Giulia. Tu sei la Gentilezza! **

      Elimina
  3. E' un trucco magnifico e secondo me azzeccatissimo per Serpeverde, quella rima interna verde lime e i glitter sono la ciliegina sulla torta *_*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille, Sabina. Quella matita verde lime però non la consiglierei nemmeno al mio peggiore nemico. Si sgretola nel giro di un paio di minuti. Stavo quasi per impazzire durante le foto, a furia di applicarla e riapplicarla ha finito per non scrivere più. Peeessima! Comunque sono feliceche il trucco ti sia piaciuto! :D

      Elimina
  4. L'angolo interno mi ha subito colpito, lo trovo un dettaglio affascinante che ben si coniuga all'anima ambiziosa di questa casa *_*
    Bravissima davvero <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, Foffy. E' anche la mia parte preferita del trucco, l'unica che non è mai cambiata in tutte le quattro versioni che ho fatto! :D

      Elimina
  5. Stupendo.....mi piace tantissimo e trovo che la rima interna lime ci stia a meraviglia....per non parlare della linea di eyeliner glitter, da quel tocco in più che fa la differenza....e anche se non hai inserito l'argento il trucco riporta subito ai Serpeverde....davvero meraviglioso.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio, Federica. Sei sempre carinissima!

      Elimina
  6. l'assenza di un puntino di argento da potteriana mi fa "strano", la cosa tragica è che il look è talmente bello e ben riuscito che beh... se non ci penso razionalmente non mi manca (e a me l'argento invece piace, anche se trovarne uno decente in giro non è facile e finora ho fallito abbastanza miseramente).
    La rima interna calda è difficile da portare, concettualmente ce l'avrei vista pure io ma beh... sta male anche a me come non capirti?

    Sul discorso delle case mi trovi d'accordo (anche se non ho capito perché ce l'hai con James, ha avuto le sue pecche ma mi pare che rispetto a un qualunque Slytherin "classico" le vedo molto attenuate), il motivo principale per cui specie all'inzio relazionarsi con quella di Snape è difficile è che siamo influenzati da come viene descritta dalla Rowling, sia direttamente che indirettamente (già avere Harry che ha paura di finirci perché altri gli dicono di evitarla è, psicologicamente, un punto di partenza notevole.. l'antagonismo con Draco pure).
    Io ammetto di non averli mai completamente rivalutati perché tra le loro fila han troppa gente con cui ho rapporti complicati ma sì, non sono orribili come vengono descritti all'inizio XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questa cosa della matita rossa nella rima interna è una fissa che ho da tempo e, prima o poi, troverò l'occasione per osare. Devo!
      Io e l'ombretto argento, sul serio, non ci incontriamo manco per sbaglio. L'unico, ma proprio unico, che riesco a considerare è Revolt di Urban Decay, però solo perché è poco pigmentato e, in pratica, rilascia esclusivamente glitter. Che sia arrivato il caso di combattere questa mia avversione?

      Con James è guerra aperta. Non ho mai sopportato i bulli. Le cattiverie di un bambino verso un altro, ancora incapace di difendersi, mi fanno ribollire il sangue. E' un comportamento che non giustifico, in nessun caso. Sto forse lasciando intendere che un Mangiamorte sia meglio di lui? Forse.
      In ogni caso, si contende il podio per i personaggi ai quali ho riservato più insulti. Puah!

      Comunque, grazie mille! Sono felice ti sia piaciuto nonostante l'assenza di uno dei colori fondamentali. :D

      Elimina
  7. Hai una tecnica unica... non fai mica seminari di Sfumatura? Guarda che mi prenoto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. xD Ci vogliono solo i pennelli e gli ombretti giusti! Diventa tutto più facile, poi.
      Grazie mille, Jess.

      Elimina

BECOMEHERSHADOW © 2017
Theme by Blogs & Lattes

TOP