Nabla Goldust | Le mie scelte

19 dicembre 2016

Per la Goldust di Nabla provo dei sentimenti contrastanti. Ci sono dei pezzi che, sin dal primo sguardo al comunicato stampa, mi hanno lasciata fortemente perplessa (Radikal e la caterva di ombretti sul rosa), altri che inizialmente mostravano del potenziale ma che poi ho finito col considerare fossero la versione più smorta di qualcosa già presente nei miei cassetti (Absinthe e Arabesque), altri ancora per i quali è stato amore a prima vista e che, in un sito che pareva non voler collaborare (a quanto pare non sono stata l'unica che aspettava dalla mattina presto l'uscita della collezione!), ho acquistato il giorno stesso del lancio. E sono proprio quest'ultimi i prodotti che vi faccio vedere in azione nel post di oggi, nel quale vi fornirò giusto qualche considerazione a riguardo.


Per questo trucco sono partita decisa con l'idea di voler utilizzare tutti i nuovi arrivati. Non è stato per nulla difficile visto e considerato che mi sono portata a casa, tra blush, ombretti, eyeliner e rossetto, tonalità tra loro affini.
Come immaginerete, il primo a essere messo sotto esame è stato Paprika, un color arancio bruciato soft, una sorta di entry level per chi con questo tipo di colorazioni ancora non ha molta dimestichezza e ombretto col quale Nabla fa esordire il finish Super-matte.
Sapete che ho un debole per i classici opachi del brand, per sfumabilità e prestazioni non hanno nulla da invidiare a ombretti di fasce di prezzo più alte. Ma se c'è un difetto che ho sempre riscontrato nei Soft Matte è l'alta polverosità delle cialde (in particolare mi vengono subito in mente Circle, Peach Velvet, Antique White e Caramel). Bene, con questa nuova finitura Nabla corregge anche quest'ultima pecca. Infatti Paprika, che mi vedete applicato nella piega e sfumato con Peach Velvet e Antique White fin sotto l'arcata sopraccigliare, è di una qualità ineccepibile; non sfarina per niente, la sua intensità è modulabile ed è un gioco da ragazzi sfumarlo (è capitato che l'ho tenessi su anche per più di dodici ore e stava lì come appena messo). Mi ricorda, nel suo comportamento, quel piccolo capolavoro che è Fahrenheit. A questo giro perciò non ho il minimo appunto da fare, se non che, sì, ora vorrei che tutti i matte del marchio venissero venduti con questa formula. Dai, Nabla, che hai fatto centro!
Ero molto tentata di lasciare la palpebra fissa esclusivamente occupata dall'arancio, ma poi, in vista del successivo step, ovvero Ludwig (un ruggine scuro con un leggero riflesso sul bronzo) e Danae (un oro- bronzo zeppo di glitter) nella mobile, ho aggiunto al look un tocco di borgogna e per fare questo ho pescato tra i blush della collezione, optando per Satellite of Love. Non è la prima volta che scelgo di usare un blush di Nabla come ombretto (Impulse per tale scopo è ottimo) e anche con quest'ultimo non ho avuto il minimo problema, anzi credo proprio che da queste parti verrà molto di più sfruttato per il trucco occhi che per quello del viso. Concordo con chi afferma sia più pigmentato di quanto uno si aspetterebbe pensando alla categoria a cui appartiene, ma, onestamente, non ho avuto difficoltà nel dosarlo e/o nel sfumarlo, persino sul viso. I riflessi blu che lo caratterizzano e che si mostrano allo swatch, una volta applicato, non sono pervenuti e, in realtà, preferisco così.
Il Dazzle Liner in Klimt è, a detta dei più, il vero gioiellino della collezione e io sono più che d'accordo con chi la pensa in questa maniera. In questo makeup però non sapevo dove sistemarlo. Il trucco, in realtà, già mi soddisfaceva. Danae mi aveva dato la luminosità che andavo cercando, sicché gli ho affidato un piccolo ruolo nella parte più interna della palpebra mobile, sovrapponendolo all'ombretto oro. In futuro troverò sicuramente le occasioni giuste per sfruttarlo al massimo delle sue potenzialità.

Ultimo pezzo della Goldust che vi mostro è il Diva Crime Dilemma. È l'unico rossetto sul quale ho scommesso. Ci sarebbe anche Moulin Rouge ad attrarmi; ho sentito parlarne bene da più parti e non escludo di inserirlo in un prossimo ordine. Ma, per il momento, sento anche di potermi fermare qui.
Di positivo questo rossetto ha che rimane più fermo rispetto ai problematici (almeno per me!) Cosmic Dancer e Underground. Un altro punto a suo favore è il colore. Temevo, temevo tantissimo di essermi imbattuta in un dupe di Smoked Purple di Mac. L'ho comprato praticamente a scatola chiusa e solo nei giorni successivi all'acquisto ho avuto modo di vedere più e più foto dello stesso. Quando ho ricevuto il pacco, è su di lui che mi sono fiondata e immediatamente ho provato a confrontarlo con quello che è uno dei miei rossetti preferiti di Mac. Fortuna ha voluto (odio avere due prodotti identici) che i due siano molti diversi tra loro. Smoked Purple è un prugna con del grigio dentro e non arriva a scurirsi tanto quanto Dilemma, che, in termini di tonalità, sì, ha una base rossiccia-prugna ma, fondamentalmente, si nota solo quando l'intensità del colore viene meno. In sostanza, appena steso, è un marrone e anche piuttosto scuro, motivi per i quali mi interessava. Su di me quella ''patinatura plumbea'' citata dal brand non è visibile. Quanto alla nota dolente, ebbene c'è, e ho letto qualcosa di simile anche da qualche altra parte (qui per leggere le perplessità di Misato) faccio riferimento alla sua durata. Non fila dritto. Nemmeno passata un'ora dalla stesura comincia a mancare dal centro delle labbra, tant'è che per queste stesse foto ho dovuto ritoccarlo in corso d'opera. Ho riscontrato che più lo si indossa e più va a finire nelle pieghe, scurendosi ulteriormente. A parte questo, quelle quattro/cinque ore, prima che diventi davvero brutto a vedersi, riesce a reggerle (non mangiando e non bevendo ovviamente). Altrimenti, se lo si desidera impeccabile, va ciclicamente riapplicato.
Tutto sommato però lo riacquisterei, ho provato opachi decisamente peggiori.
____________________
Eyes:
Mac Soft Ochre Paint Pot
Sephora Glitterguard 24HR Eyeshadow Primer
Nabla Cosmetics Ombretto Refill - Antique White, Peach Velvet*, Paprika, Danae, Ludwig
Nabla Cosmetics Blossom Blush - Satellite of Love
Nabla Cosmetics Dazzle Liner in Klimt
Pupa Contouring & Strobing Ready 4 Selfie Palette n. 001  (to highlight the inner corner)
L'Oréal Volume Millions de Cils Fatale Mascara

Brows:
Nabla Cosmetics Brow Pot in Neptune
L'Oréal Brow Artist Plumper in Medium/Dark

Face:
Shiseido Synchro Skin Lasting Liquid Foundation in Neutral 1
Urban Decay Naked Skin Weightless Complete Coverage Concealer in Fair/Neutral
Make Up For Ever Full Cover n. 4
Essence Fix & Matte! Translucent Loose Powder
Kiko Matte Fusion Pressed Powder n. 04
Pupa Contouring & Strobing Ready 4 Selfie Palette n. 001
Nabla Cosmetics Blossom Blush - Satellite of Love

Lips:
Nabla Cosmetics Diva Crime in Dilemma
____________________
Sicuramente avrete già fatto in tempo ad acquistare qualcosa della collezione Goldust (in promozione fino al 21) e potrei scommettere sull'eyeliner liquido. Gioco facile, lo so. Il perché sia in edizione limitata però ancora non sono riuscita ad afferrarlo!
BECOMEHERSHADOW © 2017
Theme by Blogs & Lattes

TOP